Aumentare-autostima-psicologa-padova

Last Updated on

Aumentare l’autostima significa acquisire sicurezza in sé stessi, valorizzando le proprie qualità e realizzando uno stile di vita appagante.

Prima di iniziare la lettura di questo articolo vi invito a guardare questo brevissimo video in dico la mia opinione sull’autostima:

Video Thumbnail
Come migliorare l’autostima
Aumentare l’autostima significa acquisire sicurezza in sé stessi, valorizzando le proprie qualità e realizzando uno stile di vita appagante. Prima di iniziare la lettura di questo articolo vi invito a guardare questo brevissimo video in dico la mia opinione sull'autostima: https://www.youtube.com/wa


Cos’è l’autostima?

L’autostima è l’arte di valorizzare e stimare sé stessi e ci sono alcune situazioni classiche in cui possiamo allenarla:

  • Quando i nostri obiettivi non sono rigidi;
  • Se non abbiamo delle certezze e ci sentiamo per questo fragili;
  • Vivere sempre nel passato o futuro invece di restare nel “qui ed ora”;
  • Quando riusciamo ad accettare il nuovo senza giudicare;
  • Se siamo tristi non spaventiamoci e lasciamo fluire questo sentimento;
  • Facendo cose nuove possiamo sentirci insicuri ma non dobbiamo insistere sui giudizi;
  • Il nostro momento psicologico arriva quando lasciamo che le energie si formino dentro noi nel silenzio senza ansia.

Capita che la domanda: ”avere fiducia in se stessi cosa significa”, sia risolta con una visione “consumistica” dell’autostima.
Giudichiamo pensando al “come” e non alla qualità per stimare (dal latino aestimare, cioè valutare) il significato di un sentimento che è un credere in sé stessi e sentirsi sicuri e positivi.
Ciascuno di noi ha dentro sé stesso la volontà e la coscienza per poter riuscire a trasformare la bassa autostima in fiducia in sé stessi, l’importante è riuscire ad abbandonare le nostra ansia dovuta alla paura di non essere all’altezza delle situazioni.


Bassa autostima cause

Una bassa autostima ci fa sentire sempre inadeguati sia nei confronti di noi stessi che degli altri.
Ci ritroviamo con scarsa autostima quando c’è differenza tra quello che si vorrebbe essere e quello che percepiamo di essere.

Avere fiducia in sé stessi significa conoscersi, cioè conoscere le proprie capacità e non pretendere troppo, significa avere la consapevolezza dei limiti, e significa accettarsi, e per migliorare l’autostima non ci deve essere un auto convincimento cercando di dare ordini a sé stessi perché il “devi, devi, devi” significa addestrarsi come un cagnolino.

Aumentare l’autostima è anche ammettere che è possibile trasformare le debolezze in armi vincenti senza stravolgere la propria personalità.
Smettiamola di pensare che gli altri ci giudicano e ci mettono i voti quando, invece, siamo noi che abbiamo una bassa autostima e che dobbiamo cambiare modo di pensare.

Soprattutto noi ci auto valutiamo, determinando una bassa o alta autostima, per situazioni della vita come:

  • Giudizi degli altri che sono per noi importanti e che ci arrivano o direttamente o indirettamente;
  • Quando siamo insieme ad altre persone le confrontiamo con noi e ci valutiamo;
  • Possiamo anche dare un giudizio su noi stessi osservandoci e giudicando le affinità o le differenze con gli altri.


Bassa autostima, rimedi e consigli

Le persone con bassa autostima si arrendono facilmente convincendosi che non ce la faranno mai, ma è la consapevolezza che è capace di determinare cambiamenti e trasformazioni profonde.
Spesso la scarsa autostima è costruita da noi stessi e da pensieri che vediamo sempre negativi come il famoso proverbio “Bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto”:

  • Se c’è un particolare negativo in noi guardiamo solo quello;
  • Ci facciamo idee preconcette su noi stessi senza prove o dati di fatto;
  • Generalizziamo particolari della nostra personalità come se fossero tutta la nostra identità;
  • Minimizziamo tutto quello che facciamo non dandogli l’importanza che merita;
  • Se un evento non si manifesta nella maniera giusta, diventa sempre colpa nostra.


Come avere autostima? Come aumentare l’autostima?

Non è semplice rispondere alla domanda su come avere o aumentare la propria autostima, perché ognuno di noi, di solito, pretende troppo da se stesso.
In effetti vogliamo spesso avere personalità che non si adeguano a quello che siamo in realtà.

Dobbiamo liberarci da schemi e abitudini per lavorare sull’autostima che, in effetti, significa semplicemente valorizzare le qualità che già abbiamo e aumentare sicurezza in sé stessi.
Per poter ottenere questo dobbiamo liberarci da condizionamenti che ci fanno restare sempre un passo indietro e buttarci a capofitto usando il massimo dell’energia fino allo stremo delle forze.

Aumentare la propria autostima significa accrescere la percezione positiva che abbiamo di noi stessi con particolari strategie come:

  • Valutare che capacità abbiamo per la soluzione dei problemi, in ogni campo, fa acquisire sicurezza;
  • Cercare dentro di noi delle positività invece di far prevalere le negatività;
  • Riuscire a giudicare le situazioni con obiettività, sapendo che le soluzioni, sia positive che negative, non dipendono tutte da noi;
  • Non lasciamoci trascinare dai problemi ma cerchiamo di auto controllarli tenendoli più a distanza;
  • Se le aspettative, per qualsiasi cosa, sono troppo grandi per noi, ci sarà una delusione e una autostima bassa;
  • Comunicare con gli altri senza grandi problemi, è molto importante per acquisire sicurezza in sé stessi;
  • Avere una buona immagine corporea di sé stessi, a qualsiasi età, è un vissuto che ci aiuta ad aumentare una autostima bassa.


Lezioni di autostima

Alcuni consigli da seguire per migliorare la nostra autostima.

  1. Acquisire sicurezza in sé stessi è la base dell’aiuto che può dare una psicoterapia.
  2. Attraverso la conoscenza di sé impariamo anche l’empatia e la visione dell’altro.
  3. Essere consapevoli di quello che ci sta accadendo allargando la coscienza e contemplando il mondo e rigenerando sé stessi.
  4. Cercare la libertà nei confronti di noi stessi e da tutte le cose in cui crediamo sono lezioni di autostima.
  5. Avere fiducia nel proprio talento che ci darà la possibilità di agire adeguatamente nelle situazioni importanti della vita.
  6. Dobbiamo essere creativi perché ognuno di noi lo è con la sua diversa creatività, con un suo talento specifico per acquisire sicurezza.


Terapia di coppia e autostima

Spesso le coppie si comportano come se recitassero dei ruoli perdendo di vista la propria identità, per cui, nella terapia di coppia l’autostima diventa importante.
Quando la coppia cerca di comportarsi secondo uno schema e non secondo una libertà di esprimersi liberamente, prima o poi esplode.

Autostima: caso clinico di coppia

Vi racconto di una coppia che è venuta nel mio studio per capire meglio.

Mario è un giovane ingegnere che ha fatto l’università a Milano e che dovrebbe partire per l’Australia dove ha trovato un ottimo posto.
La sua fidanzata Laura, lavora in un ristorante come cameriera e proviene da un piccolo paese sul lago di Como dove la sua famiglia ha una panetteria e tutti si conoscono.
Stanno molto bene insieme e stanno progettando di andare a convivere.

Quando Mario le annuncia il nuovo lavoro australiano le propone anche di andare con lui.
Laura ha una reazione di grande stupore e vuole pensarci su per un po’.
Quando le insistenze di Mario si fanno più pressanti, Laura dice che non se la sente perché: ”Chissà cosa diranno in paese e come la prenderanno i miei genitori”.

Questo porta a una crisi di coppia perché Mario sente di non essere importante per Laura come pensava.
Dopo aver insistito e provato a far capire a Laura che non aveva senso che lei se la sentisse di convivere a Milano perché nessuno in paese lo avrebbe saputo, ma non a partire con lui, Mario se ne è andato da solo.

Tutto questo ci fa capire come la bassa autostima di Laura verso sé stessa, l’abbia portata a pensare che il giudizio degli altri su di lei sarebbe stato negativo e più importante di quello che lei provava per Mario.

Umberto Galimberti scrive: ”Conosci te stesso” è il messaggio che l’oracolo di Delfi affidava a chi saliva sul Monte Parnaso per interrogare Pizia.

Platone l’ha ripreso come base per l’educazione dei giovani e dice che per farlo “basta un po’ di attenzione rivolta a sé stessi per scoprire quali sono la propria attitudine, la propria inclinazione, il proprio Daimon.


Bibliografia

  • Raffaele Morelli, Autostima, Istituto Riza, Milano, 1997
  • Raffaele Morelli, Conoscersi, Edizioni Riza S.p.a., Milano, 2006
  • Ursula Markham, Autostima, Gruppo Editoriale Armenia, Milano, 1996
  • Oliver Hauck, Corso rapido di Autostima per vivere meglio, Vallardi, Milano, 2014
  • Gerry Grassi, Autostima fai da te, Rizzoli, Milano, 2019
  • Umberto Galimberti, Gli equivoci dell’anima, Feltrinelli, Milano, 2007
  • Umberto Galimberti, D supplemento di la Repubblica, Milano, 11 Gennaio 2020


Hai bisogno di una consulenza?

Contattami

Dott.ssa Serenella Salomoni Psicologo Padova, psicoterapeuta Padova, sessuologa e terapia di coppia a Padova.