tradimento-terapeutico-psicoterapeuta-padova

Tradimento: si può amare e tradire  per sesso o per amore e c’è la voglia inconscia di essere scoperti.

Molto spesso nel mettere in atto un tradimento c’è un desiderio di tradire che mira, anche, a essere scoperto e le ragioni di tale necessità possono essere molteplici.
Il funzionamento di tali meccanismi è però simile a quello del lapsus.

L’errore commesso involontariamente, l’indizio lasciato all’altro, diviene una finestra aperta sulle reali e segrete intenzioni dell’inconscio.

Willy Pasini ha scritto un libro su “Amori infedeli” perché oggi anche il tradimento è cambiato.
E’ più urlato, più diffuso e più “globalizzato”, ma ciò non cambia il dolore e la violenza che travolge la vita delle persone.

Vi consiglio anche di ascoltare questa mia intervista a radio Cusano su tradimento:

Vediamo quali punti approfondiremo in questo articolo:


Tipi di tradimento

C’è il tradimento di sesso, il tradimento di cuore e il tradimento più “infame” difficile da perdonare come quello che riguarda l’amico del cuore, il collega o il parente.

  1. Tradimento terapeutico quando si pensa che possa fare bene alla coppia ma non sempre aiuta, spesso l’altro potrebbe a sua volta tradire per ripicca.
  2. Tradimento compulsivo lo troviamo nelle persone che non possono farne a meno, come se fosse un tradimento seriale per un bisogno di sicurezza.
  3. Tradimento perfetto è quello che non fa soffrire l’altro partner.
  4. Tradimento per vendetta è, forse, il più pesante perché è quello che fa soffrire di più avendo una dose abbondante di cattiveria.
  5. Tradimento emotivo da meno sensi di colpa alla persona che lo attua ma, essendoci meno razionalità, è quello che si scopre con più facilità.
  6. Tradimento virtuale è quello che il partner giustifica meno ed è quello che si fa più fatica a togliere perché è a portata di internet.
  7. Tradimento platonico è molto legato alle fantasie e può sfociare in disturbi ossessivo-compulsivi.

La nostra società è diventata più narcisista e l’Io prevale sul Tu e, specialmente, sul Noi dove i media sono sempre più importanti e erotizzati.

Sembra che l’essere felicie soddisfattisia un obbligo e una costante in tutto quello che facciamo e il desiderio di tradire diventa un’altra novità per sentire qualcosa di nuovo, e il tradimentodiventa quasi un dovere se nella coppia c’è qualcosa che non funziona.


Amore e tradimento, psicologia

Nel momento in cui uno dei due membri della coppia mi racconta, durante una seduta in psicoterapia, di amore e tradimento e in che modo il partner ha scoperto l’infedeltà, le scuse sono talmente banali che fanno pensare che “chi tradisce vuole essere scoperto” ma, perché?

Quando non c’erano i computer il tradimento di coppia veniva scoperto perché i traditori lasciavano in giro fotografie compromettenti, scontrini di regali mai ricevuti dal partner, ricevute di carte di credito o strane telefonate silenziose.

Ora chi tradisce vuole essere scoperto perché lo fa con il computer o con il cellulare che spesso il partner controlla e il tradimento dovrebbe essere una situazione che fa sentire il pericolo e, specialmente, l’ansia. Dovrebbe portare a essere sempre con le antenne che vibrano e che avvertono quando c’è il pericolo di essere scoperti.


Tradimento in psicologia

Come psicoterapeuta nel tradimento in psicologia credo che sia da analizzare, per varie ragioni, quello che Freud chiama lapsus o atto mancato.


Lapsus: significato

La parola “lapsus” proviene dal latino e ha i significato di scivolare o cadere ed è, quindi, un errore che la persona fa inconsciamente con le parole o con atti fisici.

Una caratteristica del lapsus è che arriva improvvisamente e quando meno ce lo aspettiamo anche se poniamo molta attenzione.

Possiamo dire una parola per un’altra o dimenticarla, ed è per questo che anche nel tradimento e nel desiderio di tradire bisogna stare molto attenti.


Psicoanalisi

Il lapsus freudiano è un fenomeno psicologico che prende nome da Sigmund Freud, che lo descrisse per la prima volta nel saggio Psicopatologia della vita quotidiana (1901).

Freud lo considerava un’emanazione dell’inconscio solo apparentemente casuale, che, attraverso questa forma di soddisfacimento riusciva a comunicare qualcosa che, altrimenti, sarebbe rimosso dalla censura, cioè “una dimenticanza motivata da rimozione” (Freud).


Tradimento e vita di coppia

Nella vita di coppia il tradimento dovrebbe essere segreto, anzi, “il segreto”, ma invece, quando chi tradisce vuole essere scoperto, diventa come la fiaba di Pollicino dove le briciole di pane indicano dove sta andando.

Perché, allora, mettere in atto un comportamento così disattento da pensare che possa essere un masochismo, dove il farmi del male implica anche un sadismo, perché faccio del male all’altro?

Alcuni di questi Pollicini cercano di sistemare la vita di coppia cercando di ritrovare se stessi nel cambiamento che, pensano, possa dare un’infedeltà, dove la colpa è rimossa facendosi scoprire e perdonare dopo un tradimento.

Scrive Freud che il carattere comune negli atti mancati o lapsus sta nella: Riconducibilità dei fenomeni a un materiale psichico incompiutamente represso, il quale, respinto dalla coscienza, tuttavia non è stato interamente derubato della capacità di esprimersi”.

Conoscere se stessi e la propria vita di coppia significa lavorare ogni giorno sul rapporto con la consapevolezza di se stessi e dell’altro.

Se c’è l’amore di coppia, non è attraverso un tradimento che possiamo modificare quello che non va nella coppia.

Nella psicologia del tradimento e nella vita di coppia troviamo anche coloro che non si preoccupano minimamente di “coprire le tracce”, considerandosi fondamentali per la vita del partner che non riuscirebbe, così pensano, a vivere senza di loro.

Sono talmente narcisi e onnipotenti che essere o non essere scoperti importa poco, e quando la partner scopre l’infedeltà di coppia, non sempre accettano una terapia di coppia dopo un tradimento.

A queste persone non viene nemmeno in mente che, forse, tradire e amare, come si giustificano, è tradire se stessi e il partner al quale hanno fatto eterne promesse.


Tradimento: la storia che non hai mai avuto

Diventa molto stimolante il “tradimento: la storia che non hai mai avuto”, perché ti da la possibilità di sognare, avere delle fantasie e avere un tradimento senza sensi di colpa.

A un certo punto della nostra vita, in quelli che chiamiamo “passaggi”, quindi i 40, 50, 60 anni o più, nasce la voglia di andare alla ricerca di quello che volevi ma non hai avuto, negando quello che siamo diventati.

Forse è una ricerca per ritrovare se stessi, per conoscere se stessi o per riscoprire se stessi in un vero e proprio viaggio alla ricerca di se stessi e, forse, della vita di coppia.

La voglia di provare, almeno una volta, una storia diversa che, dandoci nuovi stimoli e passioni, produce una ricerca di un io interiore che sembrava perduto nella quotidianità e nella noia e diventa l’arte del tradimento.

Spesso, però, tutto questo mette in crisi la vita di coppia e l’amore di coppia se ce n’è ancora, ed è solo un desiderio di coprire le colpe che sentiamo con il tradimento.

Se c’è un periodo di crisi nella vita di coppia bisogna essere consapevoli di se stessi e dell’altro e, in maniera adulta, fare una ricerca interioresu come superare un tradimento coniugale.

Questa ricerca potrebbe portarci a decidere di intraprendere una psicoterapia di coppia che può dare riflessioni sulla vita di coppia e aiutare a essere consapevoli di se stessie su come affrontare un tradimento e come superarlo.

Oltre il 50% degli uomini e delle donne ha tradito almeno una volta.

La psicologia del tradimento femminile, di solito, ci dice che le donne preferiscono relazioni clandestine lunghe, mentre la psicologia di un uomo che tradisce dice che l’uomo ha avventure molto brevi.

Non tutte le coppie possono affrontare un tradimento perché, alla fine, quello che ottengono è, spesso, molto diverso da quello che pensavano di ottenere.

C’è una sessualità liberata dalla procreazione e anche dal cuore dove c’è una pulsione, cioè una spinta alla quale non si può non cedere.

A vent’anni la sessualità è spesso non legata all’oggetto d’amore e quando il sesso è sganciato dal cuore, la coppia dura poco.


Sesso e anziani

Il binomio sesso e anziani è molto diverso dall’epoca della gioventù perché il posto principale ora è la tenerezza e la stabilità. La permanenza di una buona sessualità quando si è anziani, non va considerata come un mito, non è l’eccezione ma la regola.

È un mezzo per continuare a sentirsi necessari per gli altri e soddisfatti verso se stessi e avere un ruolo significativo.

Nella terza e quarta età la sessualità può essere “nemica” della coppia e portare al tradimento: uomini insoddisfatti e in crisi cercano donne più giovani, mentre donne emancipate, sicure e indipendenti economicamente si gratificano con uomini più giovani.

Il tradimento è in aumento e molti soffrono perché non hanno una sicurezza emotiva per fronteggiare il problema.

Bisogna riuscire a elaborare il lutto che inevitabilmente ne deriva e cercare un aiuto in coppia o singolarmente con un terapeuta per accettare un tradimento.

Io posso aiutarti come psicologa Padova e psicoterapeuta Padova a elaborare il tradimento, recuperare la serenità della vita di coppia e vedere come uscire da un tradimento.

Spesso la coppia o il singolo escono da queste esperienze con un rinnovamentoche potrebbe risultare positivo.

Bibliografia

  • Freud S., (1901), Psicopatologia della vita quotidiana, Vol. 4, Bollati Boringhieri, Torino 1970.
  • Pasini W., (2007), Amori infedeli, Arnoldo Mondadori, Milano.
  • Carotenuto A., (1991), Amare Tradire, Bompiani, Milano.

Hai bisogno di una consulenza?

Contattami

Dott.ssa Serenella Salomoni Psicologa Padova, psicoterapeuta Padova, sessuologa e terapia di coppia a Padova.