Sesso e cibo

Sesso e cibo sono due funzioni vitali:
Come ci rapportiamo con queste due attività fondamentali?

Sesso e cibo sono bisogni naturali, vitali ed innati nell’essere umano, e da essi scaturiscono comportamenti legati a regole sociali che portano a canalizzare, imbrigliare e soffocare l’istinto.

Il piacere del sesso ed il piacere del cibo oscillano da sempre tra libertà o repressione, tra pulsione o controllo, e questo avviene in tutte le culture, dalle più evolute alle meno sviluppate.
Secondo l’antropologo Claude Levi-Strauss, il tabù del cannibalismo e il tabù dell’incesto hanno una comune origine, mettendo così in relazione cibo e sesso.


Sesso e cibo, una storia lunga 2000 anni

Cibo e sesso sono da sempre nella storia terreno di scontro tra culture, generazioni, popolo e potere:
Immagini e statue dell’impero romano ci fanno capire come i senatori dell’epoca stavano sdraiati su lettini dorati mangiando in abbondanza, quella era la loro cultura del cibo.

Al contrario i cristiani condannavano le abbuffate di sesso e cibo, e predicavano la morigeratezza condannando gli alimenti eccitanti come “peccaminosi”, così come lo erano i comportamenti sessuali non consoni alle leggi morali.
In questo caso il richiamo ad Adamo ed Eva ed il frutto del peccato, la mela, è obbligatorio.

Con le invasioni barbariche arrivano le carni allo spiedo, caratteristiche delle popolazioni nomadi, così come lo era la loro sessualità forte e virile.

Queste tre culture avevano con sesso e cibo un rapporto diverso interpretandoloin chiave virile dai barbari, in chiave edonistica dai romani e peccaminosa dai cristiani.


Alimentazione e sesso, i legami

Alimentazione e sesso sono importanti e fondamentali bisogni primari, da sempre in correlazione l’uno con l’altro fin dalla nostra nascita, dove una madre che nutre un bimbo attraverso il seno dando il latte al neonato dona anche una delle prime manifestazioni del suo amore.

Mangiare è obbligatorio ma fare sesso no, sono due pulsioni differenti perché nella gastronomia c’è il piacere ma non c’è l’orgasmo, e il nostro rapporto con il cibo è diverso da quello che sperimentiamo con il sesso.

Cibo e sesso sono due mondi che, però, hanno analogie che li legano cominciando da Adamo ed Eva e la mela del peccato:

  • Per poter sopravvivere ed evolverci abbiamo bisogno di tutti e due;
  • La sensualità e il piacere sono sia nel cibo che nel sesso;
  • La soddisfazione dopo tutte e due le attività dimostrano che agiscono sia nella pancia che nel cervello;
  • C’è una certa ritmicità  in entrambi, anche se con frequenze diverse;
  • La sfera sociale viene condivisa sia dal sesso che dal cibo;
  • L’evoluzione del nostro rapporto con sesso e cibo va in parallelo sia in positivo che in negativo: fast food e fast sex.


Cibo e sesso, relazione tra amore e appetito

Nel rapporto con il cibo ci sono appetito e fame, desiderio e bisogno, la differenza spesso è tra l’ingordigia ed il piacere del cibo.

Anche nel sesso a volte accade questo, spesso c’è confusione tra l’abbuffata ed un erotismo fatto di piccoli assaggi che portano al piacere raffinato e intenso, eccitazioni che passano attraverso le trasgressioni per rianimare un desiderio, con un invisibile filo rosso che unisce eros e cibo.

Il cibo può essere usato al posto del sesso con una specie di compensazione dovuta a vuoti affettivi o, al contrario, il sesso al posto del cibo come sostituto di frustrazioni di vari generi.

In un numero della rivista Riza l’articolo “Sesso e Dieta” usava le tipologie della personalità di Jung per abbinare i quattro elementi naturali al comportamento verso sesso e cibo:

  • Tipo fuoco: è una persona con una grande personalità che però può cedere a eccessi sia nel sesso del “tutto e subito”, sia nel cibo dove non ha regole e la pazienza di aspettare.
  • Tipo terra: è una persona sicura, razionale e intransigente e nel sesso ha una base di solidità di sentimenti e una buona capacità di avere rapporti sessuali lunghi e soddisfacenti. A tavola con il cibo ha un rapporto di lunga durata della convivialità.
  • Tipo aria: personalità basate sull’incostanza e la leggerezza come l’aria che è libera e senza costrizioni, dove anche il sesso è leggero e svolazzante senza profondi legami affettivi. Il cibo lo cerca sempre nuovo e diverso, e con gusti particolari e interessanti.
  • Tipo acqua: come l’acqua può adeguarsi al contenitore dove sta e si incanala secondo precise direzioni , così questa personalità si ritrova a assorbire gli umori altrui. Il sesso con lui è perfetto perché capisce al volo i desideri del partner, così come il cibo lo accontenta sempre perché per lui è importante la giusta armonia tra le persone.


Sesso e cibo: disturbi dell’alimentazione

La relazione tra sesso sono cibo è molto stretta e nel caso di disturbi dell’alimentazione come Anoressia, Bulimia e Binge eating, con la distorta relazione con il cibo che porta anche a distorsioni del rapporto con il sesso.

L’anoressia alimentare coincide con la perdita del desiderio e disturbi dell’identità che sono i sintomi nei casi più gravi.

Dal punto di vista della fisiologia sia il sesso che il cibo vengono regolati dall’ipotalamo e rispondono agli stimoli degli stessi neurotrasmettitori come serotonina, dopamina e noradrenalina.
In psicologia il legame tra sesso e cibo porta a fonti di piacere e di gratificazione per la persona che, se è anoressica, scompaiono sia per quel che concerne il sesso che per il cibo.

Nella bulimia abbuffarsi di cibo è una risposta compulsiva, che la persona non riesce a dominare, per poter calmare un’ansia angosciante.

Anoressia e bulimia sono dei veri e propri disturbi della sessualità che, spesso, non vengono diagnosticati e non vengono presi in considerazione, e queste patologie devono essere affrontate con un approccio multidisciplinare.

L’immagine corporea ha un impatto importante sulla libido e, quando non viene vissuta bene, aumenta l’ansia che porta a togliere il desiderio.

Il BED, Binge Eating Disorder, è un disturbo alimentare fondato sulla mancanza di controllo degli impulsi che porta ad abbuffate senza poi vomitare o prendere lassativi, e chi ne è affetto è quindi obeso o in sovrappeso.
Questi soggetti sono completamente disinteressati al sesso e al piacere e al desiderio della sessualità.

La sessualità ha bisogno di un coinvolgimento verso l’altro e all’attenzione verso il proprio e l’altrui piacere ed è in contrasto con le restrizioni e l’ansia che sono il contorno dei disturbi alimentari.


Cibo e sesso, i cibi afrodisiaci

L’argomento cibo e sesso porta inevitabilmente a parlare di cibi afrodisiaci e di tutte quelle sostanze che potrebbero essere stimolanti e, quindi, facilitanti l’erotismo e il desiderio sessuale.

Cibi eccitanti, cibi afrodisiaci, con l’origine del nome che sembra derivi dalle famose “afrodisie”, orge sacre in onore di Afrodite , dea dell’amore, bellissima, erotica e uscita nuda dalla schiuma del mare.

Per seimila anni l’uomo ha creduto al mito della pozione magica della “gallina calva” che derivava da una strana leggenda cinese.
Nella Bibbia invece si parla dei poteri della radice della mandragora e lo stesso Ovidio in “Ars amandi” e “ Remedia amoris” cita le virtù afrodisiache del vino.

Cibi eccitanti naturali per il loro aspetto perché a forma di fallo o di organo femminile come carote, cetrioli, banane, asparagi, zucchine, mentre legati al femminile ci sono le ostriche e tutti i frutti di mare.

Altro fattore importante è la simbologia, dove certi cibi venivano considerati afrodisiaci come i testicoli e il pene del toro o della tigre o del gallo o altri, ad esempio per la difficoltà a reperirli come i testicoli del cigno o le pinne di pescecane o il corno del rinoceronte.

L’androstenolo, feromone che si trova nell’uomo e in altri mammiferi, lo troviamo anche nel tartufo ed è stato usato per un esperimento, con un ricercatore ne aveva spruzzato un po’ in una stanza dove alcune donne guardavano foto di uomini, accorgendosi che, dopo, gli uomini erano visti come più attraenti.


Alimenti che aumentano il testosterone

Alimenti che aumentano il testosterone e aiutano l’erezione sono, fin dall’antichità il desiderio di uomini e donne.

I veri afrodisiaci sono gli ormoni maschili, come il testosterone, l’FHS o il LH e i releasing hormones,  che possono essere dati solo a chi ha una carenza di essi, altrimenti possono portare a risultati inutili o nocivi.

Il testosterone è  un ormone che viene prodotto internamente dal nostro corpo a partire dagli alimenti di cui ci nutriamo, e non esistono cibi con testosterone ma che l’aumentano.

La produzione di testosterone è facilitata da cibi sani e naturali poveri di calorie ma ricchi di vitamine e antiossidanti, come:

  • Olio EVO, i cui acidi grassi sono perfetti per il Sistema Endocrino maschile
  • Aglio e cipolla chiamati il viagra dei poveri perché stimola la circolazione
  • Uova, proteina ottimale perché contiene vitamine e aminoacidi.
  • Funghi, sono anti estrogeni ( ormoni femminili) e aiutano a produrre testosterone.
  • Prezzemolo, rosmarino, sedano, salvia, stimolante per lei perché contiene una sostanza simile agli estrogeni.
  • Zenzero per la prostata, la cannella che è stimolante e il peperoncino ottimo vasodilatatore per l’area genitale.
  • Tartufo, che contiene l’androstenolo.

I feromoni, prodotti dall’esterno del corpo, hanno un effetto certo sugli animali, ma meno sull’uomo.

Secondo, Desmond Morris, zoologo ed etologo, la vista ha avuto molta importanza, per gli stimoli erotici, più dell’olfatto attraverso l’evoluzione dell’uomo alla posizione eretta.


Definizione di feromone

Feromone (o ferormone) è il nome dato a sostanze biochimiche prodotte da ghiandole esocrine che sono emesse dagli organismi viventi a basse concentrazioni con la funzione di inviare segnali ad altri individui della stessa specie.

Wikipedia

I cibi che riducono il testosterone sono tutti i cibi contenenti estrogeni come la birra, la soia, il latte e la carne non BIO.

L’unico estratto vegetale che sembra dia un effetto afrodisiaco è la yohimbina, alcaloide estratto da un albero africano che provoca vasodilatazione nella zona genitale.

Vi possono essere, nel cibo, alcune sostanze energizzanti sessuali come:

  • I glicidi, che pur essendo zuccheri sono, in minima quantità, necessari al funzionamento del sistema nervoso centrale;
  • I lipidi, che non devono essere eliminati del tutto per essere magri ma asessuati;
  • Le proteine, che danno energia, prese al mattino come i cereali, e decisive per la sessualità serale;
  • Il triptofano, nemico dell’erotismo perché è un precursore della serotonina e lo troviamo in tutti i cibi, ma non nel mais per cui la polenta è inserita nei cibi afrodisiaci;
  • La tirosina, sostanza positiva che si trova nelle pesche e nell’ananas;
  • L’arginina, che troviamo nella frutta secca.

Altri fattori per migliorare le prestazioni sessuali sono: lo zinco che troviamo nelle ostriche, il calcio nelle lenticchie e yogurt, il ferro nel fegato, nelle ostriche, negli asparagi. Il fosforo e le vitamine C, B e E.


Cibo e sesso, giochi erotici con il cibo

I giochi erotici con il cibo sono tra le fantasie sessuali più usate dalle coppie per i giochi di seduzione a letto.

Anche il cinema spesso ha messo in relazione cibo e sessualità con alcune scene in importanti film:

Eros e cibo li troviamo nella scena di passione e sessualità nel film “9 settimane e ½” in cui la seduzione è fatta con ogni tipo di cibo presente nel frigo: fragole, uova, peperoncino e latte fino al miele lasciato cadere lentamente sulla pelle della donna.

In “Flashdance invece la protagonista seduce il partner mangiando e succhiando un’aragosta in maniera molto sensuale.

Nel film “Come l’acqua per il cioccolato”, l’amore della protagonista Tita per il suo Pedro la porterà a preparare afrodisiache ricette.

Dobbiamo, però, capire che gli alimenti eccitanti non si basano solo sulle sostanze contenute in quanto è importante anche il contesto attraverso il quale vengono dati e l’affettività che è il migliore afrodisiaco per passione e sessualità.

Possiamo concludere con il filosofo Seneca che nel II secolo dopo Cristo affermava :”Vi offrirò un filtro senza pozioni, senza erbe, senza alcuna magia o stregoneria: se desiderate essere amati, amate”


Serenella Salomoni a Radio Cusano

Per concludere potete ascoltare questa mia video-intervista fatta a Radio Cusano sull’argomento sesso e cibo:


Bibliografia

  • W. Pasini, Il cibo e l’amore, Mondadori, Milano 1994
  • Riza, “Sesso e dieta”, n°135, maggio 1992
  • C. Lévi-Strauss, Il pensiero selvaggio,Il Saggiatore, Milano 1979
  • J. Baudrillard, Della seduzione, Cappelli, Bologna 1980
  • C.G.Jung, Tipi psicologici, Newton, Roma 1993
  • A.Favaro P.Santonastaso, Anoressia& Bulimia, Positive Press Verona, 1996
  • M.L. Minarelli, A tavola con la storia, Sansoni, Firenze, 1993

Hai bisogno di una consulenza?

Contattami

Dott.ssa Serenella Salomoni Psicologa Padova, psicoterapeuta Padova, sessuologa e terapia di coppia a Padova.