vaginismo-sessuologo-padova

Vaginismo e Dispareunia: cosa sono e come si curano

Il vaginismo è un disturbo sessuale femminile che non permette la penetrazione vaginale, scopriamo insieme le cause ed i rimedi al vaginismo.

Nel vaginismo i tentativi di penetrazione suscitano una contrazione spastica involontaria dei muscoli che sono all’ingresso vaginale. Può accadere specialmente per cause psicologiche perché non c’è nulla che giustifichi l’ipertono muscolare.

La dispareunia è un disturbo sessuale che provoca, durante o dopo i tentativi di penetrazione dolorosa dovuta a secchezza vaginale, una penetrazione difficile.
Può produrre, a causa dei microtraumi della mucosa vaginale, un’infiammazione cronica della mucosa all’ingresso vaginale e causa una “vestibolite vulvare”.

Il vaginismo può variare da forme lievi a quelle più gravi che impediscono la penetrazione vaginale ed è un disturbo che interessa circa novecentomila donne e può causare matrimoni bianchi dove il rapporto di penetrazione non è mai stato attuato.

Naturalmente la dispareunia è la conseguenza del vaginismo e dipende da cause organiche,  psichiche e di relazione.

Alcune cause comuni della dispareunia:

  • Dopo il parto a causa di una episiotomia, cioè un’incisione chirurgica del perineo fatta durante il parto per facilitare l’uscita del bambino.
  • Per un intervento di isterectomia.
  • In menopausa per mancanza di lubrificazione e carenza di ormoni sessuali estrogeni che causano una atrofia della mucosa vaginale.

Nella donna, affetta da dispareunia, può esserci un’attività sessuale con eccitazione e orgasmo clitorideo non presentando anomalie dal punto di vista dell’apparato genitale.

Il dolore che sente la donna al momento della penetrazione, se non è molto forte potrebbe permettere comunque il rapporto di penetrazione con il partner, ma viene percepito dalla donna poco piacevole e porta a produrre disturbi del desiderio femminile.

Vivere una sessualità così frustrante può causare nella donna una perdita progressiva del desiderio sessuale e dell’eccitazione che può portare a un rifiuto sessuale e crisi nella coppia.
Questa condizione determina anche molta ansia e paura, prima, durante e dopo il rapporto e produce, nel tempo, una tendenza a evitarlo.
L’uomo può percepirlo come rifiuto della partner e contribuisce a instaurare altri problemi maschili come il deficit erettivo e l’eiaculazione precoce.

Cause del vaginismo

Le cause nel vaginismo possono essere sia a livello psicologico che fisico, perché l’apparato genitale femminile anatomicamente non presenta anomalie e la donna può essere eccitata e raggiungere l’orgasmo con stimolazione clitoridea.

La vagina è un organo elastico che si distende durante il parto perché possa passare un bambino di tre chili o più, ma il muscolo pubococcigeo che la circonda può essere contratto, sia volontariamente (trattenere urina o feci) sia involontariamente, come nel vaginismo e produce una sensazione “di muro” per paura della penetrazione e conseguente chiusura della vagina.

Ci possono essere motivazioni inconsapevoli e profonde dovute a educazioni rigide, che fanno sorgere paure per la penetrazione, il parto o indurre fobie sessuali, ad esempio la fobia del coito.
Questo fa sì che ogni tentativo di coito diventa un problema.

Esperienze sessuali traumatiche, come molestie o tentativi di violenza, mettono in moto la contrazione vaginale che diventa una specie di difesa dall’aggressione.
Innestano un circolo vizioso di ansia, come per l’ansia da prestazione, che porta la donna alla paura e al non rilassamento provocando uno  spasmo muscolare che impedisce la penetrazione.

Spesso le adolescenti, che iniziano ad usare i tamponi interni, hanno una grande difficoltà a inserirli e questo può essere un avvertimento su come si crei uno spasmo muscolare. Andare da una ginecologa che possa spiegare e dimostrare come possano essere inseriti mantenendo l’imene integro, è importante e di prevenzione per problemi futuri.

Tra le cause del vaginismo possono esserci, anche contemporaneamente, fattori biologici come :

  • Infezioni vaginali
  • Cistiti
  • Endometriosi
  • Colon irritabile
  • Vulvodinia
  • Imene fibroso e rigido

Vaginismo e coppia

Nella coppia che ha questi problemi, spesso si instaura una simmetria, dove lei ha paura della penetrazione vaginale e lui ha paura di penetrarla e di farle male. Questo può portare l’uomo a problemi sessuali come deficit erettivi e ansia da prestazione o eiaculazione precoce.

Sono coppie che spesso non hanno avuto grandi esperienze sessuali nel passato o altri partner, ma la loro affettività e intimità può essere soddisfacente perché è limitata al petting e resta esclusa la penetrazione e c’è scarsa attrazione erotica.
Nella coppia comporta anche l’impossibilità ad avere figli, se non c’è mai stata penetrazione, con conseguenze psicologiche pesanti per i due partner che possono allontanarsi non riuscendo a creare un’intimità corporea completa che porta alla crisi di coppia.

Cura per il vaginismo e durata

La cura per il vaginismo consiste in una terapia psicosessuologica, volendo anche con una psicoterapia online.
Il vaginismo è ben curabile
specialmente se di media gravità e se viene diagnosticato in tempo , ma spesso le coppie o la donna si nascondono dietro difese perché hanno paura o si vergognano.

Il ginecologo è sicuramente la persona che riconosce per primo questo problema e se non ha una specifica formazione sessuologica deve inviare la paziente a uno psicoterapeuta sessuologo che, collaborando con il medico, può portare a buon fine la cura.
Quando la coppia ha un rapporto positivo e motivato sicuramente nel 90% dei casi si risolve positivamente specialmente se nella coppia c’è ancora un buon desiderio sessuale che, nei tempi molto lunghi, spesso si perde.

Nelle forme più forti lo specialista usa anche farmaci specifici con i quali potrebbe includere anche la tossina botulinica.

La terapia sessuologica con uno psicoterapeuta è, di solito, di 15/20 sedute con la coppia per parlare della loro relazione dal punto di vista psicologico ma anche consigliando a lei esercizi specifici e molto semplici da fare a casa e altri per entrambi per riprendere in pieno l’affettività, la sessualità e il desiderio erotico.

Hai bisogno di una consulenza?

Contattami

Dott.ssa Serenella Salomoni
Psicologa Padova, psicoterapeuta,  sessuologa e terapia di coppia a Padova.